• Giubileo, a Roma stretta del governo: scioperi vietati nei servizi pubblici

    Scioperi vietati in nome del Giubileo. Matteo Renzi, dopo la via crucis subita venerdì dalla Capitale tra targhe alterne e paralisi dei trasporti pubblici, ha deciso il giro di vite. Da martedì prossimo, data del debutto dell'Anno Santo, al 20 novembre del prossimo anno quando papa Francesco chiuderà le celebrazioni giubilari, saranno vietate proteste e agitazioni sindacali in tutti i servizi pubblici essenziali. LA DELIBERA Proprio ieri l'Autorità di garanzia sugli scioperi presieduta da Roberto Alesse ha infatti pubblicato in Gazzetta ufficiale la delibera con cui ha dichiarato «idoneo» il Protocollo di disciplina degli scioperi sottoscritto dal governo e dai sindacati più rappresentativi. Non solo. Alesse, nel dichiarare regolare l'accordo, ne ha esteso l'efficacia alle sigle sindacali minori e a quelle che non avevano firmato il Protocollo. In più, l'Autorità di garanzia ha deciso con la stessa delibera di applicare il divieto di sciopero agli altri settori pubblici: dalla sanità ai vigili urbani, dalla raccolta dei rifiuti a tutti gli uffici comunali definiti strategici.

    Ulteriormente www.ilmessaggero.it

    Classifica di Sistema: Questo è  verità  con un margine di errore del 50%

    Personalizzata valutazione: Questo è  verità  con un margine di errore del 50%

    Si può dare il tuo voto notizie, per determinare il grado di veridicità.

    Non credo
    Credo